Agroalimentare, premio Morgantinon 2022 proroga consegna campioni

 

Le aziende che intendono partecipare quest’anno al Premio Morgantìnon avranno tempo fino al prossimo 28 febbraio 2022 per inviare i propri campioni di oli che verranno sottoposti alle prove delle analisi sensoriali e chimico-fisiche, svolte dagli assaggiatori ufficiali del dipartimento Agricoltura dell’Assessorato regionale Agricoltura e Pesca Mediterranea – IPA di Catania.

Lo ha deciso l’Ente di Sviluppo Agricolo, attraverso la propria Sezione Operativa periferica di Assistenza Tecnica (SOPAT) di Valguarnera, che da dieci anni organizza il concorso, con la collaborazione del Libero Consorzio Comunale di Enna e del Comune di Aidone, unica manifestazione dedicata all’olio, la cui partecipazione per le aziende è totalmente a titolo gratuito. “Oltre alla gratuità della partecipazione per ogni azienda – ha sottolineato il responsabile SOPAT Dario D’Angelo nel corso di un webinar con produttori, tecnici e consulenti di aziende – vogliamo anche rimarcare lo spirito di servizio pubblico che riveste il premio Morgantìnon, in quanto ad ogni azienda vengono da sempre inviati i rapporti di prova, senza alcun esborso di denaro, sia delle analisi sensoriali che fisico-chimiche effettuate sui campioni inviati, indipendentemente se vincitori o meno”.

“Una collaborazione tra Esa e Dipartimento Agricoltura ormai rodata – ha spiegato il Capo panel Giuseppe Pennino – durante questi 10 anni abbiamo analizzato circa 800 campioni di oli (Biologici 389 e convenzionali 368) provenienti da oltre 300 aziende, che hanno fornito un contributo alla Regione Siciliana per tracciare un quadro molto interessante anno per anno su come l’olivicoltura sia cresciuta nell’isola dal punto di vista della qualità. Non solo, è un servizio qualificato messo a disposizione dei produttori, in quanto svolto da un ente pubblico strumentale, che con assoluta imparzialità e con gli strumenti ufficialmente riconosciuti da un regolamento comunitario, fornisce una validazione statistica e consente loro di conoscere le caratteristiche qualitative del proprio olio per migliorarne le performances, individuare e superare le criticità”.

 

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti su questa o altre storie scrivete a info@pinxa.it
Se invece volete aggiungere informazioni, potete scriverci via email su info@pinxa.it o attraverso la nostra pagina facebook (clicca qui)

 

Vedi le ultime news

 

Guarda se siamo in diretta:

 

Iscriviti al canale adesso: