•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Una nuova “visione d’insieme” per l’agricoltura italiana protesa verso nuove sfide che passano attraverso agritech, economia circolare, sostenibilità e semplificazione: ne è assolutamente convinto Fulvio Conti, responsabile della delivery della Pubblica Amministrazione Locale, secondo cui l’innovazione rafforza il settore agricolo, rendendolo ancora più competitivo nei mercati, resiliente e performante rispetto all’imprescindibile adattamento ai cambiamenti climatici.

Guarda il video con la dichiarazione di Fulvio Conti, responsabile AlmavivA Spa della delivery della Pubblica Amministrazione Locale

 

“L’innovazione in agricoltura – sostiene l’ing. Fulvio Conti, che in queste ore interviene in qualità di relatore ad #Agriculture 5.0, il Forum  che coinvolge tutto il settore, creando collegamenti operativi fra università, aziende, istituzioni, di cui Almaviva è Platinum Sponsor – riveste un ruolo fondamentale per la competitività delle imprese sui mercati; l’accesso a competenze ed infrastrutture digitali rappresentano un vantaggio competitivo non indifferente. Il processo di adozione delle tecnologie è fortemente dipendente dal rapporto costi-benefici percepito e dalla semplificazione che le stesse apportano al contesto agricolo italiano caratterizzato dalla presenza di numerose piccole e medie aziende dotate, al momento, di limitate conoscenze informatiche e capacità di spesa.

 

Fulvio Conti interviene in qualità di relatore ad #Agriculture 5.0, il Forum che coinvolge tutto il settore, creando collegamenti operativi fra università, aziende, istituzioni, di cui Almaviva è Platinum Sponsor. Vai al sito

 

Uno dei benefici più importanti percepiti – subito dopo l’esigenza di miglioramento della gestione delle operazioni logistiche, tracciabilità e la gestione dei lotti – è, come specificato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, la gestione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione. Quindi le Aziende, pur consapevoli che l’interazione non sia semplice, vedono nella capacità di valorizzazione del dato operato dalla Pubblica Amministrazione, i benefici maggiori”.

In realtà AlmavivA e lo staff guidato dall’ing. Conti hanno già precorso i tempi, anticipandone alcune dinamiche che sono diventate ora di uso corrente: è il caso del progetto portato avanti con la Regione Abruzzo.

“Abbiamo – ricorda Fulvio Conti – casi d’uso concreti di vere eccellenze. Nel 2020, durante l’emergenza Covid più pressante, la Regione Abruzzo – tramite la piattaforma “AlmavivA Rural To Digital” – ha messo in campo un progetto per dare più valore all’Agricoltura 5.0 con lo scambio di informazioni pubbliche e private a vantaggio dei consumatori e della sostenibilità. Un progetto in ottica Agricoltura 5.0 che non si ferma al prodotto come l’industria 4.0, ma rappresenta il passaggio verso il consumatore appunto.

Si tratta di una svolta epocale che chiude il cerchio mettendo insieme: AgriTech (ovvero la tecnologia come base del processo produttivo con obiettivi di efficienza, sostenibilità, biodiversità e lotta agli sprechi), Interazione con la PA (un ecosistema di dati pubblici e Privati che deve coinvolgere mondi che prima non erano stati presi in considerazione come sanità e ambiente e un nuovo Brand storytelling per il nostro Made in Italy (la narrazione sostenibile di un brand per la salvaguardia delle produzioni, che integri il benessere delle persone con quello della terra con lo scopo di riaffermare il Made In Italy emozionando e sollecitando la fantasia, l’immaginazione e la curiosità del consumatore”.

Poi il riferimento alle tante opportunità che potranno essere liberate dal Piano nazionale ripresa resilienza (Recovery and Resilience Plan). “Il PNRR – spiega Fulvio Conti – può aiutarci a mettere insieme questi elementi: intanto superare la crisi per dare una spinta al sistema Italia, ma nel contempo centrare gli obiettivi più a lungo termine per creare quel volano di crescita economica duratura. Mai accontentarsi, ma adesso più che mai è imprescindibile cambiare Mindset per nuovi paradigmi che ci accompagneranno nella crescita futura: serve una visione di insieme e non interventi spot isolati. Consapevoli – conclude l’ing. Conti – che il Made in Italy possa essere rappresentato solo da soluzioni aperte capaci di integrarsi con ecosistemi diversi”.

 

Dal nostro archivio:

 

Potrebbe anche interessarti:

 

Dal nostro archivio:

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti su questa o altre storie scrivete a info@pinxa.it
Se invece volete aggiungere informazioni, potete scriverci via email su info@pinxa.it o attraverso la nostra pagina facebook (clicca qui)

 

Vedi le ultime news

 

Clicca qui per guardare tutti i Talk della stagione 2020

tuttisalvi by night di Salvo Falcone

 

 

Clicca qui per rivedere tutti i Talk della stagione 2019

 

 

Guarda se siamo in diretta:

 

Iscriviti al canale adesso: