Domenica 5 gennaio ingresso gratuito nei musei siciliani | ELENCO COMPLETO dei siti
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Come ogni prima domenica del mese, l’ingresso ai siti della cultura della Regione Siciliana – musei, gallerie, Parchi archeologici – è gratuito. Il 5 gennaio sarà quindi possibile visitare i Parchi archeologici di tutta la Sicilia come il Parco di Naxos e Taormina, il Parco di Siracusa, La Valle dei Templi, il Parco di Selinunte, la Villa Romana del Casale, il Parco del Lilibeo, il Parco di Segesta, il Parco di Himera Solunto e Iato, il Parco di Tindari, ma anche i tanti Musei come il Salinas di Palermo, il Museo di Messina, il Pepoli di Trapani, il Bernabò Brea di Lipari, il Paolo Orsi di Siracusa, il Museo di Caltagirone, il Museo del Satiro a Mazara del Vallo, Palazzo Abatellis a Palermo e Palazzo Bellomo a Siracusa.

 

Ecco l’elenco completo dei musei siciliani visitabili gratuitamente domenica 5 gennaio 2010

www.pinxa.it/contenuti/MUSEI GRATUITI PRIMA DOMENICA DEL MESE.pdf

 

Domenica 5 gennaio ingresso gratuito nei musei siciliani | ELENCO COMPLETO dei siti

 

Molti i siti con libero accesso fin dalle 9 del mattino: il Teatro romano di Catania, il Museo di Lentini, la Casa Natale di Pirandello, il Museo di Aidone, il Museo di Marianopoli, il Museo di Adrano, il Castello a Mare di Palermo, il Palazzo Ajutamicristo, la Palazzina Cinese, il Villino Florio, il Palazzo della Zisa e Palazzo Mirto sempre a Palermo, l’area archeologica di Halesa Arconidea a Tusa, la Villa Romana di Patti, la Casa Museo Uccello di Palazzolo Acreide, il Castello Maniace e l’Ipogeo di Piazza Duomo a Siracusa. Insomma una straordinaria occasione per avvicinarsi agli spazi culturali della nostra regione che, diffusi capillarmente in tutta l’Isola, offrono la possibilità di approfondire la storia della Sicilia e trascorrere una domenica in luoghi di grande bellezza.

Per saperne di più:

Cicca qui per scaricare l’elenco completo dei siti e musei visitabili. Per ulteriori informazioni è possibile contattare le strutture di appartenenza dei siti mediante posta elettronica o chiamando i numeri indicati (dati forniti da Ufficio Stampa Regione Siciliana)

 

Parchi archeologici, si programma la riqualificazione:

Il governo Musumeci ha dato il via alla progettazione esecutiva per i lavori di manutenzione dei Parchi archeologici siciliani. Con uno stanziamento di tre milioni di euro, il dipartimento regionale Tecnico, grazie all’accordo stipulato con il dipartimento dei Beni culturali, gestirà le procedure finalizzate alla progettazione esecutiva e direzione dei lavori, mettendo a disposizione le figure professionali occorrenti. Altri diciasette milioni di euro, già impegnati, serviranno per realizzare recinzioni, video-sorveglianza, servizi igienici, segnaletica, punti informazioni, illuminazione artistica. In questi primi mesi dall’istituzione dei nuovi Parchi archeologici, il dipartimento dei Beni culturali ha avviato una costante azione di affiancamento e coordinamento. In seguito a una ricognizione e alla predisposizione di apposite schede di progetto per i Parchi di nuova istituzione, si sono individuate le prime necessità in fase di start-up. Saranno quindi realizzati lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché migliorie all’interno delle aree archeologiche e delle loro zone dipendenti, per rendere l’accessibilità e la fruizione di livello adeguato al gran numero di turisti che in ogni stagione dell’anno li visitano. «Entra nel vivo – dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – la fase di rinnovo del sistema dei nuovi Parchi archeologici da me istituti nel 2019. Grazie alla perfetta sinergia tra i due dipartimenti regionali, prende il via la realizzazione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria che miglioreranno l’accessibilità e la fruizione dei nostri siti. Il mio governo sta investendo nel sistema dei Parchi archeologici, ritenendoli la chiave di volta per lo sviluppo del territorio e del turismo culturale che porta sempre più turisti nella nostra Isola. Uno strumento che si sta rivelando vincente, lo dicono i numeri: l’obiettivo è quello di consentire ai nuovi Parchi di poter raggiungere quelli di più antica istituzione, per un’offerta culturale di livello che possa attrarre sempre più visitatori». I Parchi interessati sono: Lilibeo a Marsala; Gela; Kamarina e Cave Ispica; Leontinoi; Himera, Solunto e Iato; Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro; Tindari; Isole Eolie; Morgantina e Villa Romana del Casale; Catania e Valle dell’Aci. Stanziati per questi interventi 17 milioni di euro che il governo regionale ha voluto destinare al primo avvio delle nuove strutture istituite dal presidente Musumeci nello scorso mese di aprile. I lavori verranno realizzati dall’assessorato dei Beni culturali. Grande attenzione sarà dedicata ai siti dipendenti dai Parchi, spesso a torto considerati minori, ma che sia dal punto di vista storico-archeologico che per il territorio su cui insistono, rivestono un ruolo importante e determinante per lo sviluppo socio-economico di zone ingiustamente finora poco valorizzate.

 

Dal nostro archivio:

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti su questa o altre storie scrivete a info@pinxa.it
Se invece volete aggiungere informazioni, potete scriverci via email su info@pinxa.it o attraverso la nostra pagina facebook (clicca qui)

 

Pinxa, prima di comunicare pensa | scrivi a info@pinxa.it

 

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

 

Sintesi
Domenica 5 gennaio ingresso gratuito nei musei siciliani | ELENCO COMPLETO dei siti
Titolo
Domenica 5 gennaio ingresso gratuito nei musei siciliani | ELENCO COMPLETO dei siti
Info
Scopri l'elenco completo dei Musei Siciliani visitabili gratuitamente domenica 5 gennaio 2020 grazie alla iniziativa della Regione Siciliana.
Autore
Pubblicato da
Pinxa News
Logo