•  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Sarà ospite venerdì 23 agosto, alle 21, sul palcoscenico di piazza San Giovanni lo storico chitarrista di Luciano Ligabue, Federico Poggipollini, che con il tour 2019 accanto al rocker di Correggio ha sancito 25 anni di carriera nei più grandi stadi italiani raggiungendo milioni di ammiratori. Ad organizzare e promuovere l’evento, in collaborazione con il Comune, la tribute band di Luciano Ligabue i Radiofreccia sr.

Il gruppo guidato dalla voce di Giuseppe Gallone accompagnata da Andrea Passanisi alle tastiere, Carlo Passanisi al basso, Nicolò Carbonaro alla chitarra elettrica, Andrea Argento alla chitarra acustica e Vincenzo Boscarino alla batteria, festeggerà nel corso dell’iniziativa dieci anni di carriera e di esibizioni in tour per la Sicilia.

Il concerto si inserisce nel calendario di eventi culturali, “Il racconto di Siracusa”, promosso dall’amministrazione comunale e dall’assessore alla Cultura e Valorizzazione del territorio, Fabio Granata. L’evento intende promuovere una nuova chiave di lettura rispetto al patrimonio culturale cittadino invitando i partecipanti ad andare alla scoperta del territorio con occhi nuovi. Per l’occasione introdurrà “San Giovanni, un luogo dell’anima”, alle 21, lo studioso Dario Scarfí, che proporrà un vero e proprio viaggio nella storia del territorio siracusano indagando curiosità ed aspetti culturali spesso in ombra. L’iniziativa è resa possibile grazie anche al supporto del consigliere comunale e presidente della 2° commissione cultura, Pamela La Mesa.

Ad aprire le esibizioni musicali sarà la cantante catanese Andrea Azzurra Gullotta, nota anche per aver partecipato all’edizione 2015 del programma televisivo The Voice of Italy andato in onda in prima serata su Rai 2. Ad accompagnare i Radiofreccia nel corso del concerto sarà anche il chitarrista siracusano Gianluca Guglielmino che completerà la formazione di 8 componenti. Nel corso della manifestazione sarà, inoltre, possibile effettuare una donazione libera all’associazione cittadina Astrea in memoria di Stefano Biondo, guidata da Rossana La Monica, che da anni si batte per le fasce della popolazione più deboli mettendo in atto azioni di supporto ai cittadini.

Il concerto di Federico Poggipollini a Siracusa è gratuito.

«Da anni intendiamo omaggiare la carriera di Luciano Ligabue attraverso la passione che ci lega al suo repertorio – ha spiegato Gallone -. Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare i nostri dieci anni di concerti in giro per la Sicilia affiancati dal chitarrista Federico Poggipollini, noto ai fan come capitan Fede, che insieme al grande Liga ha contribuito a scrivere un capitolo importante della storia della musica rock-pop italiana. Non abbiamo dimenticato uno spazio dedicato alla storia del nostro territorio con il quale sarà introdotto l’evento. Abbiamo, inoltre, ritenuto fondamentale riservare uno spazio anche alle associazioni che da sempre sono vicine alle criticità della nostra città, un modo per dire “noi ci siamo”». «Continua “Il Racconto di Siracusa”, evento artistico e culturale promosso dall’amministrazione cittadina attraverso l’assessorato alla Cultura – ha detto Granata – che ha come scenari i luoghi più significativi della città, fuori ed oltre Ortigia.

 

Federico Poggipollini a Siracusa, concerto il 23 agosto

 

Dopo piazza Santa Lucia, piazza Adda e la Mazzarrona sarà il turno di quello straordinario palinsesto della stratificazione culturale e storica della nostra città rappresentato da San Giovanni alle Catacombe. La formula sarà la solita: una introduzione legata al racconto del luogo prescelto, stavolta affidato a Dario Scarfí, e subito dopo un bellissimo concerto di Federico Poggipollini, storico chitarrista di Luciano Ligabue con la band siracusana Radiofreccia sr. Ancora una volta intendiamo promuovere il linguaggio dell’arte e della bellezza in ogni angolo della nostra città. La cultura e la musica come tracce di senso per l’intera comunità cittadina. Grande amore, consapevolezza e rispetto verso ogni angolo di Siracusa (oltre e al di là di Ortigia), verso ogni luogo dell’anima che “racconta” storie importanti».

«Ogni angolo di Siracusa – ha sottolineato lo studioso, storico dell’arte e docente, Scarfì – è la punta di diamante di una stratificazione storica e artistica di oltre 2750 anni. Ogni angolo della città sprigiona bellezza. Siracusa è patrimonio dell’Unesco poiché, a differenza di altri luoghi, camminando per la città si può osservare la sua storia tutta, sin dagli albori, ripercorrendone la memoria sin dall’antichità. San Giovanni in quest’ottica diventa epicentro di un percorso alla ricerca delle tracce di chi ci ha preceduti tra cartaginesi, arabi e cimiteri ebraici. Una storia tangibile e visibile che va dall’antichità e procede fin ai giorni nostri. Abbracceremo un lungo arco temporale fino ad arrivare alla Basilica come punto di approdo moderno. Si tratta di una zona stuzzicante intellettualmente che scopriremo ad ogni passo. Siamo circondati da un territorio tutto da raccontare, da scoprire e da vivere. Da cittadini dobbiamo guardare Siracusa con gli occhi nuovi della scoperta lasciandoci emozionare. L’amministrazione in questo senso intende favorire la crescita culturale della città attraverso percezione, consapevolezza e appercezione».

 

Dai social tutte le info su Federico Poggipollini a Siracusa

https://www.facebook.com/Radiofreccia-SR-TributeBand-1646574942241307

 

Dal nostro archivio: