•  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il termine “resilienza” è diventato sempre più di moda negli ultimi decenni in diversi ambiti della ricerca accademica. Il concetto, infatti, è passato dall’essere limitato e specifico in natura, a una costruzione più ampia e onnicomprensiva.

Sull’argomento – e in particolar modo sul significato della resilienza in un contesto monarchico, storico, politico, sociale, economico e psicologico e sui temi concernenti la regalità e gli studi di corte – si confronteranno dal 24 al 27 giugno oltre cento studiosi provenienti da tutto il mondo che prenderanno parte all’ottava edizione della conferenza internazionale del Royal Studies Network dal titoloKings & Queens Resilio Ergo Regno: Resilience, Continuity and Recovery at RoyalCourts“.

Le giornate di studio a Catania del Royal Studies Network saranno inaugurate lunedì 24 giugno, alle 16, nell’aula magna “Santo Mazzarino” del Monastero dei Benedettini, dal rettore Francesco Basile, dalle docenti Marina Paino e Loredana Caudullo (direttori dei dipartimenti di Scienze umanistiche e Scienze della formazione), dalla fondatrice del Royal Studies Network, Elena Woodacre, docente all’Università di Winchester.

A Catania il Royal Studies Network organizza conferenza su monarchi e resilienza
Nelle immagini, i ritratti di Bona Sforza, regina di Polonia, e Ferdinando IV di Borbone, re delle Due Sicilie

I lavori – organizzati da Cinzia Recca, docente di Storia moderna nel dipartimento di Scienze della formazione dell’ateneo catanese e componente del comitato scientifico del convegno, in collaborazione con Lavinia Gazzè, docente di Storia moderna del dipartimento di Scienze umanistiche – prevedono tre sessioni plenarie tenute da autorevoli studiosi provenienti anche dal Regno Unito e da Francia, Spagna, Polonia, Svezia, Danimarca, Russia, Belgio, Stati Uniti, Messico, Marocco e Australia, incentrate su re e regine di ogni epoca e nazione. Letture magistrali introduttive dei docenti Francesco Benigno (Normale di Pisa), Charles Beem (North Carolina University), Munro Price (Università di Bradford).

 

Il sito web:

https://www.royalstudiesnetwork.org/https://www.royalstudiesnetwork.org/