•  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Ha scelto una locomotiva a vapore del 1910 per arrivare nella Tenuta di Ambelia, alla seconda giornata della Fiera mediterranea del cavallo, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Guarda il video: 

Lo storico treno, trainato dalla “regina”, la Locomotiva a Vapore 685 del Deposito di Pistoia, con carrozze degli anni Trenta, è partito, strapieno di passeggeri, dalla stazione centrale di Catania alle ore 9.39, con a bordo, oltre al governatore il direttore generale della Fondazione Ferrovie dello Stato, Luigi Cantamessa e l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo. Stazione di arrivo, dopo circa un’ora di viaggio, Scordia, a pochi minuti dalla storica Tenuta nella quale fino a domenica si tiene la Rassegna equestre più importante del Meridione.

“Ho provato l’emozione – sottolinea il presidente Musumeci – di chi il treno a vapore non l’ha mai conosciuto se non per averlo visto nei film western o nei film ambientati a fine ‘800 o inizio ‘900. Oggi sono tornato su un treno che il governo della Regione Siciliana ha fortemente voluto proprio perché vogliamo recuperare una promozione del territorio siciliano. Per farlo abbiamo colto l’occasione della Fiera mediterranea del cavallo. Abbiamo messo a disposizione 1.200 posti in tre giorni, ma appena abbiamo aperto le prenotazioni, dopo un paio d’ore i posti erano tutti esauriti. C’è tanta voglia di tornare ai valori di un passato genuino, generoso non malizioso, non contaminato da un eccesso di modernismo. Ed è per questo che con la Fondazione Fs e il direttore Luigi Cantamessa stiamo mettendo a punto un progetto che ci consentirà dal prossimo anno di tenere in Sicilia una locomotiva a vapore per organizzare itinerari per raggiungere decine di località interessanti della Sicilia. E’ un modo nuovo di fare turismo e credo che la Sicilia si presti a poter fare da gradevole palcoscenico a questo strumento di promozione”.

I treni storici viaggiano in occasione della Fiera Mediterranea del cavallo, importante manifestazione promossa dalla Regione Siciliana, che ha l’obiettivo di rilanciare alcune razze autoctone italiane e dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, nonché promuovere il territorio, soprattutto i suoi itinerari “minori”, quelli al di fuori delle guide ufficiali. La manifestazione si articolerà in iniziative di carattere sportivo, ludico e culturale.

 

Per l’occasione, la Fondazione FS per ognuno dei tre giorni organizzerà ben due treni storici: oltre al treno a vapore con carrozze Corbellini, viaggerà anche un secondo treno a trazione diesel con vetture del tipo 45000.

link dell’evento:   www.fieramediterraneadelcavallo.it
https://www.pinxa.it/2019/05/09/turismo-e-cultura-aiptoc-riconosciuta-dal-ministero-dello-sviluppo-economico/