Aristoil per la diffusione dell’olio evo salutistico

Un nuovo appuntamento del progetto Aristoil che ha come obiettivo tra l’altro il rafforzamento della competitività del settore dell’olio extravergine d’oliva del Mediterraneo e la creazione di una rete di produttori di olio salutistico che presenta elevate proprietà nutraceutiche. Facendo seguito alle conclusioni del Living Lab, che si è svolto lo scorso 7 giugno a Ragusa, il nuovo appuntamento in programma giovedì 11 aprile dalla ore 9 nella Sala Convegni del Palazzo della Provincia ha lo scopo di allargare la rete e la definizione/attribuzione di obiettivi, compiti e responsabilità a coloro che hanno già manifestato il loro interesse ai vari laboratori o a chi è interessato a far parte di questa nuova comunity.

In particolare, durante l’incontro sarà presentato l’aristrometro, uno strumento messo a punto grazie al progetto Aristoil che in pochi minuti analizza i livelli di polifenoli presenti nell’olio.

Il programma della giornata prevede, dopo i saluti istituzionali del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza; del sindaco di Ragusa, Giuseppe Cassì; del sindaco di Chiaramonte Gulfi, Sebastiano Gurrieri; del presidente della Svimed onlus (partner del progetto) Giovanni Iacono e del presidente del Consorzio Dop ‘Monti Iblei’ Giuseppe Arezzo; gli interventi di Gianna Dimartino dell’Ufficio Politiche Comunitarie del libero Consorzio Comunale di Ragusa, di Vito Perremuto, responsabile del servizio di Igiene della Nutrizione dell’Asp Ragusa, di Guglielmo Cartia di Federfarma Ragusa e di Ernesto Puglisi Allegra, responsabile dell’Ispettorato Centrale per il Controllo della Qualità dei prodotti agroalimentari di Catania. A seguire sono previsti due sessioni di Living Lab: una dedicata al brand dell’olio salutistico mediterraneo nell’ottica del “Med Cluster ‘Aristoil’ e l’altra all’attività di sensibilizzazione verso il consumatore finale e la formazione dei produttori.