Personale di grafica d'arte di Giovanna Ruggeri a Licodia Eubea dal 6 aprile
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dialogo intimo, con i segni e la storia è il titolo della personale di grafica d’arte di Giovanna Ruggeri in programma a Licodia Eubea, nei suggestivi saloni dell’ex chiesa di San Benedetto e Santa Chiara, dal 6 aprile al 5 maggio 2019. Sabato prossimo, 6 aprile, alle 19.00, negli spazi espositivi di Piazza S. Noce si terrà il vernissage della mostra organizzata dall’Archeocleb di Licodia Eubea “Mario di Benedetto APS” con il patrocinio del comune di Licodia Eubea In collaborazione con l’Istituto di Grafica.

Personale di grafica d'arte di Giovanna Ruggeri a Licodia Eubea dal 6 aprile
Personale di grafica d’arte di Giovanna Ruggeri a Licodia Eubea dal 6 aprile

A presentare il lavoro della 28enne artista licodiese sarà Liborio Curione, direttore dell’Istituto di Grafica, che così descrive le creazioni di Giovanna Ruggieri. «Qualunque cosa venga prodotta dall’essere umano istaura un Dialogo Intimo fra l’idea e la sua realizzazione. Avviene una sorta di costruzione mentale che propone, modifica, sottopone, al vaglio della propria realizzazione, un insieme di fattori che pretendono un’analisi tecnica di fattibilità. Ancor di più se chi costruisce utilizza oggetti ritrovati che privati dalla loro possibilità di utilizzo tecnico assurgono a vita propria. Non hanno più la loro funzione diventano testimoni, non della vita vissuta precedentemente, ma oggetti che documentano un pensiero nuovo acquisito grazie a quel dialogo intimo fra l’autore e il significato/significante che acquistano nell’opera. Questo è il lavoro di Giovanna».

Le incisioni di Giovanna Ruggieri sono il risultato di un lungo studio di elaborazione fotografica che rappresenta il concetto del tempo. Utilizza la foto come prima analisi che poi rielabora attraverso gli strumenti della grafica e l’uso della tecnica xilografica, in seguito, sovrappone, deforma e ripete per accentuare ulteriormente l’idea della frenesia cui si è sottoposti, attraverso l’uso incombente degli orologi; radunati in un’unica stanza, un unico quadro, ognuno con il proprio tempo, l’unione di individualità che generano caos, condizione imposta della vita moderna. Una vita fatta di attimi frenetici, in cui ogni persona è costretta a perdersi nel tempo, priva di possederlo. Presenziaranno all’inaugurazione della mostra anche Giacomo Caruso, presidente dell’Archeoclub di Licodia Eubea e Ariana Talio, artista costumista, ma il vernissage avrà anche un momenti musicali con la performance di musica elettroacustica di Sergio Caragliano e Flavio Riva. Giovanna Ruggieri nasce a Ragusa il 26 Gennaio 1991, risiede stabilmente nel territorio di Licodia Eubea. Inizia i suoi studi artistici nel 2005 frequentando l’Istituto d’Arte “R. Libertini” di Grammichele, dove consegue il diploma d‘arte applicata in “Disegnatore di Architettura e arredamento”. Successivamente dal 2010 frequenta l’Accademia di Belle Arti di Catania dove consegue il diploma di primo livello nel 2014 e successivamente di secondo livello nel 2018 in “Grafica d’Arte”, specializzandosi nelle tecniche artistiche di xilografia e calcografia. Attualmente ricopre il ruolo di cultrice della materia “Grafica d’Arte”. Ha partecipato a varie mostre, nazionali ed internazionali, tra le più importanti, “Art Factory 04” e “Art Factory 05” alle Ciminiere di Catania e “International Exhibition of Mini Prints of Graphics ArtLeopolisUkraina” in Ucraina.